Date

Questo è il mio primo post fatto in ghost il sistema di blogging più innovativo degli ultimi tempi.

Innovativo perchè

  • è realizzato in linguaggio node.js, una architettura che usa javascript per operare direttamente sul server, senza bisogno di altri linguaggi moderni di scripting come per esempio php, python, ~~aspx~~, ruby o altro ancora.
  • usa markdown per la sintassi, un sistema non visuale molto semplice per fare la marcatura dei testi (per esempio **per fare il grassetto**) , che viene poi automaticamente convertito in un html pulito e senza imprecisioni.
  • il mio hosting webfaction, lo supporta già, quindi presto proverò a installarlo "pubblico" per testarne le prestazioni.
  • sembra nativo OSX! Molte shortcuts da tastiera sembrano riflettere la disposizione dei tasti del mac.

è in grado di sostituire wordress ?

Questa è sicuramente la prima domanda che vi sarete posti anche voi, come me. La risposta è "per ora no", l'ecosistema di wordpress è molto più ampio, ma sicuramente per la parte di blogging questo sistema potrebbe dargli un pò di birra, anche perchè diciamolo senza problemi: wordpress è diventato ENORME in termini di requisiti e codice.

D'altra parte stiamo parlando di un CMS appena arrivato alla versione 0.3.3 nel momento in cui vi scrivo, per cui ci potrebbero essere sviluppi futuri interessanti.

Nota bene, questo post è stato scritto in una installazione locale sul mio macbook, dopodichè ho copiato e incollato il testo sul mio wordpress a cui ho aggiunto il plugin markdown on save improved(http://wordpress.org/extend/plugins/markdown-osi/) per fargli decifrare la sintassi markdown.