Date

E' di poche ore fa, l'annuncio del blog di google analytics che tutti gli utenti "loggati" su google, eseguiranno le query di ricerca di base sotto protocollo SSL. Questo cosa comporta ? Un effetto demenziale nei confronti dei sistemi di web analytics!

When a signed in user visits your site from an organic Google search, all web analytics services, including Google Analytics, will continue to recognize the visit as Google “organic” search, but will no longer report the query terms that the user searched on to reach your site. Keep in mind that the change will affect only a minority of your traffic. You will continue to see aggregate query data with no change, including visits from users who aren’t signed in and visits from Google “cpc”.

Come si traduce ?

Quando un utente "loggato" dentro un google account (quindi per esempio che usa gmail, G+ o altri servizi google) fa una ricerca e arriva su un mio sito, google analytics ometterà la natura della query organica con cui è arrivato, inserendola in un gruppo "aggregato".

In pratica? Verrà persa una importante quota di dettaglio sul traffico organico, che diventerà di fatto inutilizzabile per fini di marketing. Google minimizza dicendo che è solo una "Minority of your traffic".

E io come faccio a giustificare ai miei clienti che quella dose di "traffico organico indistinto" è merito mio o è traffico brand? Sopratutto se è legata ad un ambito commerciale, dove ogni conversione conta!

Abuso di posizione dominante

come hanno già espresso altri esperti del settore, si tratta di un comportamento ipocrita e un chiaro abuso di posizione dominante. Si spera che Google faccia marcia indietro, ma nel frattempo ecco alcune reazioni:

Non ci sono vie di uscita

Questa navigazione impatterà su qualsiasi sistema di analytics, quindi anche sui concorrenti di google analytics.