Una amica con la quale collaboro su alcuni progetti mi ha spiegato una discussione che ha avuto con un suo cliente, che doveva attivarsi un ecommerce:

[caption id="attachment_563" align="alignleft" width="201" caption="Ma un SEO a cosa serve ?"]Ma un SEO a cosa serve
?[/caption]

Io avevo proposto i tuoi servizi a una persona che dice che con quella cifra si compra questo software di  Ecommerce (omiss) e gli resta a vita. Ho detto quello che penso..cioè che molti software sono predisposti per fare azioni basilari ma cio' non puo' sostituire l'insieme di attivita' che un SEO specialist è in grado di seguire pero' a parte questo non ho avuto altre argomentazioni e mi secca sta cosa..aldila' del lavoro...cosa posso dire a questa persona?

Ma che cosa è il SEO ?

La prima cosa da fare con questo genere di clienti è spiazzarli con una domanda: "ma secondo lei, cosa fa lo specialista Seo"? Questa domanda è generalmente abbastanza impegnativa da farli tornare sui loro passi, perchè le poche volte che non fanno "scena muta" si può discutere di come le loro vaghe idee siano appunto...vaghissime.

La seconda cosa fare è... lasciare che il cliente segua la sua convinzione. E' abbastanza naturale essere portati a fare il contrario di quello che viene detto, per cui lasciare andare il cliente è un segnale: "se pensi che sia tutto qua, ok, fallo, ci sentiamo tra un mesetto così mi dici come sta andando, va bene?".

Un programa da 800 euro rimpiazza un SEO ? (e altro)

Dipende.

  • Sicuramente rimpiazza alcuni Seo Junior, ma d'altra parte se uno ha 800 euro di budget non può permettersi uno Specialista SEO che abbia esperienza.
  • Sicuramente rimpiazza alcuni programmatori scadenti, d'altra parte non può permettersi un programmatore full time per dei mesi
  • Sicuramente rimpiazza alcuni grafici, dopotutto "basta un template prefabbricato" con un logo appiccicato sopra e non può permettersi un designer.

Insomma siamo al contenimento dei costi, non facciamone un dramma! L'informazione deve essere libera, chiunque può avere la possibilità di mettere in piedi la sua attività con un costo contenuto. Quindi è giusto che ci sia un prodotto che per quella somma, consenta ad un utente inesperto di mettere in piedi il suo business online.

Ma io non faccio programmi. Sono un SEO: Io individuo strategie.

Il fucile e il generale

Il problema come sempre sta nella incertezza del mio mestiere di SEO, che come dissi un anno fa sul blog è sempre molto ambiguo.

[caption id="attachment_574" align="alignright" width="193" caption="Il professor Seoavier è a capo di un gruppo di Seo mutanti..."]Il
professor Seoavier è a capo di un gruppo di Seo
mutanti...[/caption]

Il timore del cliente sopra menzionato è di trovarsi con un consulente che produce un report inutile di cose che sa già e poi batte cassa. (come un costosissimo consulente aziendale).

Ad essere sinceri, il cliente non è lontano dalla realtà: un SEO "puro" (e specializzato) dovrebbe produrre solo report. Non è un programmatore, anche se da indicazioni nel merito. Non è un designer, anche se da indicazioni nel merito. Non è neanche un software di ecommerce, anche se può fare modifiche nel merito.

Insomma è uno che mette le mani dappertutto per essere certo di produrre dei risultati e per farlo ha una visione globale su tutti gli aspetti di un sito e del business che c'e' dietro.

Insomma se un software di ecommerce è l'equivalente di un fucile, lo specialista SEO è il generale che da gli ordini a chi impugna il fucile: è uno stratega.

Questo non impedisce allo specialista SEO di menare le mani quando serve, se ne ha la capacità :)

Ma che fa questo SEO ?

Se ancora ci fossero dei dubbi, ci sono alcune attività SEO che non sono coperte nemmeno dal più evoluto ecommerce esistente (e Magento da questo punto di vista è davvero molto molto evoluto).

  • Valutare la concorrenza in termini di posizionamento
  • Analizzare le keyword cercate dagli utenti
  • Migliorare le conversioni
  • Analizzare i dati della web analytics
  • Fare una campagna di Link Popularity

Insomma sono tutte attività dove la logica e l'esperienza non possono essere sostituite da algoritmi (almeno per ora).

Ma l'ecommerce converte, quindi il cliente è a posto così ?

Magari si! In un mondo ideale, dove tutti adottano dei CMS decenti e delle linee guida SEO di base, non c'è bisogno di uno Specialista SEO per mettere a posto i problemi: in quel caso probabilmente verremmo chiamati solo per problematiche veramente gravi, saremmo profumatamente pagati e riveriti come supereroi al servizio del bene.

Nel mondo reale, non capita praticamente mai, quindi veniamo chiamati quando la situazione è critica: siamo la protezione civile del business insomma.

Ecco, questo cliente è soddisfatto dell'acquisto che ha fatto, perchè a sentire la mia amica sta avendo decine di conversioni al giorno, senza spese di adwords e ha chiuso lo store ebay che aveva prima.

...senonchè... si tratta di un colpo di fortuna.

In un ecommerce dove figurano:

  • Motocoltivatori e motozappe
  • Fitofarmaci
  • Coltellini multiuso
  • Tende da Sole
  • Termometri
  • Prodotti per la cura della piscina
  • Macchine incubatrici
  • Kit per fare la birra in casa
  • ...e tanto tanto altro...

Esaminando le stastiche di Shinystat (lasciate visibili, grazie!) noto che tutte le keyword di ricerca sono relative alla... produzione della birra casalinga!!

Quindi l'ecommerce ha fatto il suo sporco lavoro: lo ha portato alle prime posizioni per una keyword che non è competitiva. Tanto di cappello ai programmatori: il risultato SEO è medio ma per nulla disprezzabile. (anche se visivamente il sito fa venire voglia di spararsi negli occhi).

Quindi a questo punto la risposta da dare al cliente è : "Se vuoi crescere, chiedi ad uno specialista SEO come fare".