Date

Due post all'anno?

Si oramai la mia attività è concentrata su altri fronti, cioè la programmazione e la SEO, la mia attività di consulente è ferma. Ma ho pensato di sfruttare la mia ridicola piattaforma per parlare di alcuni problemi di "servizio al cliente".

ebay azienda da evitare

Antefatto 1: EBAY (poche) gioie e (molti) dolori

tristezza

Una amica, che aveva un account ebay da 15 anni, che usa costantemente per fare acquisti e vendite, perchè una collezionista di oggettistica di manga e anime giapponesi, da un momento all'altro riceve una "scomunica" e viene bandita dall'utilizzare ebay.

Prova a fare diverse richieste, perchè come si vede dal comunicato, non ci sono dettagli su cosa ha fatto per violare le norme che hanno portato ad una situazione del genere.

Non ottiene nessuna risposta plausibile, solo lo stesso comunicato con diverse firme.

Apriamo una parantesi sui nomi

volevo solo farne un accenno ed invece si sta rivelando intrigante, lato SEO!

Google indicizza tutto e di più, lo sappiamo. Aggiungi Facebook e linkedin e hai una buona copertura delle popolazioni occidentali.

E' bene sottolineare che tutte queste informazioni sono pubbliche. Non ho hackerato niente, ho solo fatto delle deduzioni.

Diciamo che se non spunta fuori qualcosa... è strano.

Ilirjan

Ilirjan è un nome albanese.

Compare su linkedin su ebay? No.

Ok potrebbe essere di una una azienda esterna che viene commissionata a smistare le richieste di base, che vengono poi passate ad un livello superiore dell'azienda quando serve un controllo più accurato.

Normale direi, lo fanno molte grandi aziende.

Odisela

Eh? ma che nome è ?

Da Seo curioso, interpello google per capire le origini... ci sono in totale, sui triliardi di pagine del motore, 3.760 risultati. Lo riscrivo, un nome proprio propone tremilasettesentosessanta risultati.

Lo cerco su linkedin, ci sono 4 persone in tutto il mondo: 2 in USA,1 in India, 1 in Albania. Nessuno che lavora per Ebay.

Ma non è la prima volta che viene menzionata, infatti scavando su Google, nella seconda pagina (dove si seppelliscono i cadaveri) qualcuno ha menzionato una conversazione con questa persona a giugno, relativamente a Ebay su ForumFree.

Bizzarro.

Ina

Si continua con i nomi presi da una storia di James Bond?

Ma in questo caso Ina è un diminutivo di Caterina, di origine tedesca e in uso nell'Europa Continentale e nelle isole britanniche, come si vede da questa mappa di geneanet.

Aspetto intrigante, ma non so quanto sia reale, se nella mappa selezioniamo solo l'ultimo ventennio, vediamo che il nome è usato principalmente in Belgio e negli stati uniti orientali.

E difatti c'è una persona chiamata così che lavora per ebay in Germania, ma si tratta di una selezionatrice di Risorse umane, quindi dubito che tratti casi di assistenza al cliente in Italia: è sicuramente una coincidenza.

Ma una Ina che fa relazione col pubblico non compare, anche in questo caso potrebbe essere una azienda esterna.

Valentina

Valentina è un nome molto più comune infatti ad un certo punto trovo una Valentina che lavora come escalation specialist a Dublino, ma il cognome pare differente (Inizia con "G." nel messaggio di risposta alla mia amica, inizia con "S" il profilo che trovo su linkedin).

E' di nuovo molto strano, ma anche se questa persona che ho trovato dice "Provide best-in-class customer service while handling customers", dubito che tratti veramente casi del genere per l'italia.

Causation is not correlation.

Ipotesi scudi deflettori

E' possibile che l'azienda imponga a queste persone di eliminare la loro presenza sui social e su linkedin, per schermarle da influenze esterne come:

  • minacce
  • ricatti
  • bustarelle

E' una ipotesi che non mi sento di scartare, anche se sarebbe di realizzazione complessa.

Una più probabile è che usino pseudonimi e nickname per mascherare il loro vero nome (Odisela? Davvero?!).

La vera barriera opaca

Nonostante varie prove e tentativi, non c'è stato modo di capire quale fosse stata la violazione della mia amica che avrebbe portato alla sospensione definitiva dell'account.

E' come se qualcuno ti citasse in giudizio in tribunale e il giudice ti assegnasse l'ergastolo, senza leggere le motivazioni della condanna.

E chiaramente senza appello.

Perchè quando ti sei iscritto hai approvato 200 pagine di termini e condizioni con un click, privandoti della tua libertà e accettando che il tribunale competente è nel Lussemburgo dove Ebay Europa ha la sede.

Quindi anche volendo mettere di mezzo un avvocato, chi spende magari più di 2000 euro per aprire un contenzioso internazionale per pochi euro di acquisti all'anno?

Nessuna persona normale lo farebbe.

E quindi l'azienda può godere di una posizione sostanzialmente monopolistica in un mercato di cui è l'unico nome di riferimento e che può permettersi di non motivare ai clienti una sospensione.

Io come professionista, se mi rifiutassi di parlare con i miei clienti se c'è un problema, finirei rapidamente per strada a mendicare.

Una corporation con sede in Lussemburgo, si riserva il diritto di non dirti perchè ti ha sospeso l'account.

Eccetto che se una azienda non mi dice che mi ha sospeso l'account per il mio genere, per il colore della pelle, per il colore dei miei occhi, perchè ho una disabilità, perchè appartengo ad una etnia particolare, perchè insomma mi sta escludendo per una forma di discriminazione, allora potrei essere portato a pensarlo.

Ah ovviamente è illegale nella maggior parte dei paesi civili(per esempio in Australia ma non ho tempo e voglia di cercare una legislazione europea.

Dubito che Ebay pratichi qualcosa del genere. Ma non lo nega nemmeno quando risponde a queste richieste di informazioni.

In ogni caso è strano che il garante per la concorrenza italiano e quello europeo, non esprimano una opinione in proposito.

Antefatto 2: FACEBOOK (A)social Network

Un conoscente che è cantante, che lavora in campo dell'animazione da un ventennio, che ha una pagina su wikipedia che lo menziona, aveva profilo facebook personale e pagina business per la sua attività professionale.

Ad un certo punto, verso metà ottobre 2020, cade vittima di un tentativo di phishing, perde il controllo del profilo personale e chi ne ha preso il controllo immediatamente pubblica sulla pagina facebook dei manifesti dell'ISIS.

Nel giro di qualche ora viene brasato tutto: la pagina viene cancellata, il profilo viene sospeso.

che cosa facciamo

Io lo vengo a sapere solo alcuni giorni dopo, per cui gli consiglio almeno di provare a creare un profilo con delle credenziali alternative, in maniera da aggiornare le altre social properties tipo YOUTUBE con il nuovo link (così da poter continuare a lavorare).

Inizialmente l'app non glielo permette, perchè è ancora loggato con il profilo iniziale.

In questi casi che si fa?

Se hai selezionato degli "amici fidati" (trusted friends), viene mandato a loro un link dove devono riconoscerti tra 9 foto. Quando la procedura viene completata, ti viene restituito l'account.

SCEGLIETE SUBITO QUESTI AMICI! Ne va della vostra salute mentale.

E negli altri casi?

C'è una form da compilare, con i dati personali di contatto, un pulsante per allegare UNA (1) immagine personale di un documento di identità (come se molti paesi non avessero documenti di riconoscimento fronte-retro, eh Americani?).

Ah e un tasto "invia e speraindio".

E poi aspetti. E non sai a che punto è la tua pratica.

E sono passati DUE MESI ed è arrivato natale.

E nel frattempo?

Il mio amico ha creato un nuovo account personale con una email differente.

La cosa mostruosa è che l'account personale ha la stessa url della pagina business "sospesa" (a questo punto mi viene da dire "brasata dai server").

Se l'impiegato Fattozzibook del caso decide che il vecchio account e la vecchia pagina vanno ripristinati, che cosa succede al nuovo indirizzo e ai vecchi indirizzi?

Qua parliamo di un artista che ha creato la sua notorietà organicamente, grazie alle attività che ha svolto nel corso degli anni. Non so se abbia fatto advertising, ma se fosse un business che ha speso migliaia di euro in advertising, verrebbe trattato nello stesso modo ?

O ci sono due pesi e due misure?

E perchè Facebook non è più trasparente con i suoi utenti?

Che cosa possiamo imparare da questi due fatti?

  • Siete solo dei portafogli ambulanti per queste grandi aziende
  • Disinstallate la app di facebook e installate una app che "imita" le funzioni principali come "metal".

Direi che è tutto per il 2020!

bullshit

Photo by Tech Nick on Unsplash