Date

image

E' successo sicuramente a tutti voi che leggete questo blog: vi chiama un parente che ha bisogno di aiuto in ambito digitale/informatico e in virtù del fatto che siete legati da qualche pezzo di dna, vi tocca fare assistenza.

Preferireste fare altro vero?

Ammettetelo, lo ammetto pure io: preferirei fare le mie cose piuttosto che sbrigare questa terribile incombenza, anche perchè poi una grana tira l'altra:

  • Installa o aggiorna l'antivirus su windows 95
  • Scarica film o serie tv in italiano per i figli del parente o per il parente stesso
  • Crea un sito per l'attività commerciale
  • Ottimizza l'attività commerciale
  • Crea un ecommerce da 2000 prodotti su 15 nazioni

E in cambio di cosa?

"Lo ha fatto mio cugino/nipote che se ne intende"

Quante volte il parente si è fatto aiutare e poi alla consueta serata alla vigilia di Natale si è sdebitato con una sciarpa o un libro ?

E' ora di cambiare!

Come aprire un nuovo mercato

Mettevi d'accordo con un professionista, mandateci il parente e fatevi dare una percentuale sul totale.

Pensateci bene:

  • Non dovete far niente, salvo dire "non lo so fare, meglio rivolgersi a uno che lo fa di mestiere".
  • Il professionista vi pagherà sull'ammontare del lavoro che gli viene passato, quindi maggiore è il lavoro, maggiore è la percentuale.

I vantaggi per il professionista

Farete la gioia del professionista che non dovrà spendere soldi in pubblicità locale come volantini o inserzioni su giornali.

In conclusione...

...Il mercato è fatto dall'incontro di domanda e offerta. Se c'è una offerta a "costo zero", la domanda tende ad abbassarsi e questo mette in difficoltà chi lavora in questi settori.

Ecco perchè la risposta alla richiesta "puoi farlo tu che te ne intendi?" dovrebbe sempre essere "non credo di saperlo fare..."